LE EQUILIBRISTE: mamme lavoratrici in tempo di pandemia

  • di

Nel corso di questo primo anno di pandemia, Arca si è spesso interrogata su come (ri)definire il ruolo delle mamme alla luce dell’emergenza sanitaria da coronavirus. Cosa è cambiato e come sono cambiati l’accudimento, il lavoro, lo stress, l’essere figlia, genitore, a volte compagna e portare sulle proprie spalle la responsabilità di cura della famiglia, in circostanze così nuove e particolari.

Save the Children ci risponde, in una parola, con una pubblicazione sulla maternità in Italia nel 2020: “Le Equilibriste”. Ecco come vengono definite le mamme in questo lunghissimo anno appena trascorso. Pensiamo alle donne in gravidanza, alle neo- mamme, alla paura di trasmettere il virus; al senso di isolamento causato dai nuovi protocolli; alla riduzione del reddito familiare in un momento così delicato; alla difficoltà di accesso a servizi di supporto sociale ed economico. Chiediamoci qual è in una famiglia il ruolo lavorativo più facilmente “sacrificabile” di fronte ad una situazione che richiede una massiccia presenza in casa, utile alle cure dei figli e magari alla gestione della Didattica a Distanza, anche in circostanze in cui i mezzi e le risorse scarseggiano. Il carico di lavoro casalingo è aumentato, e le donne con figli lavorano più dei papà.

Lo smart working non è sempre una possibilità praticabile, ma anche in questo caso, secondo un’indagine della CGIL “per le donne, questa modalità di lavoro è più pesante, alienata, complicata e stressante”, mentre per gli uomini il lavoro agile è indifferente al lavoro tradizionale o più stimolante.

Stando ai dati raccolti da Save the Children, solamente per una mamma su cinque la situazione di emergenza ha rappresentato un’occasione per riequilibrare la ripartizione del lavoro di cura e domestico con i conviventi.

Arca offre il suo aiuto

E’ attivo uno sportello online dedicato alle donne, mamme (e non), con lo scopo di far fronte allo stress, al sovraccarico, alla difficoltà di far dialogare spazi fisici e mentali; conciliare i tempi di vita e quelli lavorativi; conoscere i propri diritti; integrare i diversi ruoli di figlia, madre e donna allo stesso tempo; riprendere contatto con il sé.

In questo link, informazioni e contatti sullo SPORTELLO DI CONSULENZA ON LINE PER LE DONNE.

ARCA

LETTURE UTILI

Report Save the Children “Le Equilibriste: la maternità in Italia nel 2020”.

https://www.savethechildren.it/cosa-facciamo/pubblicazioni/le-equilibriste-la-maternita-in-italia-2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *